Pubblicato il

Son morti i sogni?

“Quasi” perchè bloggare non è così semplice come pare. E’ complesso e ci sono delle regole non scritte… per cui non so se questo sarà il primo post di una lunga serie o sarò l’ultimo.

Però sentivo il bisogno di farlo, sento di aver qualcosa da dire. Oppure, vedetela un po’ come vi pare, voglio semplicemente risparmiare i soldi della psicoterapia e provare un canale free of charge… è un periodaccio, per tutti. Vuoi per la crisi, per i mutui, per la spending review, per la “morte dei sogni”. Ecco, credo che l’incapacità di sognare sia il male di questa società; e non parlo in maniera qualunquista ma posso riportare benissimo un esempio concreto. IO.

27 anni, una laurea, una buonissima posizione lavorativa, una moglie splendida, un figlio meraviglioso, un gatto, una casa nuova, ad Agosto la prima rata del mutuo (sì, mi hanno concesso un mutuo. Sì, ho un figlio a 27 anni, non si può?). Quattro anni fa ero uno stagista zero euro, facevo tre lavori, pulivo i cessi in una discoteca ma sognavo. Tantissimo. E scrivevo canzoni. E suonavo. E cantavo.

Inseguivo mille speranze ma le ho perse tutte per strada. Ho avuto già tantissimo dalla vita, eppure niente di quello che sognavo. Nada.

Come si ricomincia?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...